giovedì 5 novembre 2015

"Laggiù mi hanno detto che c'è il sole"

Titolo: Laggiù mi hanno detto che c'è il sole
Autore: Gayle Forman
Pagine: 283
Costo: 18,00 €
Casa Editrice: Mondadori- La Crisalide
Voto: ☀☀☀☀☀
"Mi rincresce informarvi che mi sono tolta la vita. Era una decisione che meditavo da tempo e di cui mi assumo tutta la responsabilità. So che vi addolorerà, e mi dispiace tanto per questo, ma dovevo porre termine alla mia sofferenza. Voi non c'entrate niente, è stata una mia scelta. Voi non avete nessuna colpa."
Questa è la lettera che Cody riceve il giorno in cui Meg, la migliore amica di sempre, si toglie la vita bevendo una bottiglia di candeggina in una squallida stanza di un motel.Cresciute insieme, Meg e Cody erano inseparabili, non esistevano segreti tra loro, o almeno questo era quello che pensava Cody. Quando però va a recuperare le cose dell'amica nella città dove un anno prima si era trasferita per andare al college, scopre che c'è tutta una parte della vita di Meg da cui lei era stata esclusa: i coinquilini, gli amici del college e Ben. Il ragazzo con la chitarra, un sorriso strafottente e tanti, troppi lati oscuri. E poi c'è un file criptato sul computer dell'amica che una volta aperto sconvolgerà Cody: all'improvviso tutto quello che credeva di sapere su Meg sembrerà non avere più senso.



Quando ho letto la trama di questo libro ammetto di essermene perdutamente innamorata e due giorni dopo l'uscita in Italia mi sono fiondata in libreria per acquistarlo.
Doveva essere mio.
Il tema del suicidio, che ricorre per tutto il racconto mi ha colpita profondamente, non avevo mai letto libri che trattassero questo argomento e sono stata bene felice di inoltrarmi tra le pagine di questo romanzo e farmi trasportare tra le vicende di Cody e Ben.
Cody è la protagonista, una ragazza che ha perso la sua migliore amica, una migliore amica che si è suicidata e che ha salutato tutti con una semplice mail.
Nonostante le indagini sul suicidio di Meg si siano concluse trovando come unico colpevole la ragazza stessa, Cody non si da per vinta, sa che c'è qualcosa di più, sa che deve scoprire ancora dei tasselli per poter scoprire la verità e strozzare i sensi di colpa che la divorano per non essersi accorta di nulla, per aver cosi silenziosamente trascurato la sua migliore amica.
Nel suo cammino verso la verità incappa in Ben, questo affascinante ragazzo che la colpisce al primo sguardo, che ha conosciuto Meg e che l'ha trattata, a suo parere, come una ragazza "usa e getta".
Insieme scopriranno che la vita di Meg era tutta un enigma, fatta di scambi di mail e contatti con persone che bramavano il suicidio e lo "vivevano" come uno stile di vita, una meta da perseguire, un obiettivo da raggiungere.
Dopo mesi  e mesi di ricerche Cody capisce che forse, in fondo, la sua migliore amica non la conosceva abbastanza.
Il finale del libro devo dire che mi ha lasciato a bocca aperta, sono abbastanza abbindolabile, ma la sorpresa delle ultime righe mi ha fatto amare alla follia questo libro.
Gayle Forman ha voluto raccontarci come la vita possa a volte essere tremendamente ingiusta, ma "laggiù mi hanno detto che c'è il sole", a parer mio, è una frase che rappresenta perfettamente un qualcosa che ci trasmette il calore del sole, facendoci sentire in pace col mondo.
Mi piace il modo di scrivere dell'autrice, non avevo mai letto un suo libro e sono convinta che ne acquisterò altri in futuro.
Mi sento di consigliarvelo se non l'avete già letto e di farvi accompagnare dalla sfrontatezza di Ben e dalla dolcezza di Cody.

                                                                        

  




Nessun commento:

Posta un commento